Riqualificazione urbana - Centro Studi per il Volontariato Torre Pelosa

Vai ai contenuti

Progetto Di Riqualificazione Urbana di Torre a Mare


Architetto Marco Bellarosa


Un PARCO PER TUTTI è nato da una specifica richiesta del Centro Studi per il Volontariato Torre Pelosa di Torre a Mare, con l'obiettivo di avere un'area da recuperare a parco, sufficientemente ampia ed attrezzata che sia godibile tutto l'anno da un'ampia fascia di popolazione, in particolare anziani bambini e disabili.
Inoltre dovrà essere strutturata in modo da coniugare aree di maggior pace e tranquillità con zone più idonee alla frequentazione da parte di giovani oltre ad un'area giochi.

L'area individuata è ubicata immediatamente a nord di via Mazzini e a sud del tratto di lungomare Corso Cavour, verso la caletta denominata Piccola Nizza.
Il parco nasce quindi in un area centrale del nucleo abitato particolarmente frequentata sia dai residenti che dai turisti provenienti dalla provincia e non solo.

Il disegno del parco e la sua organizzazione spaziale si articola intorno a tre elementi principali: un ampio prato con specifici spazi progettati (area A), l'area edificata (area B) e una rete di percorsi ciclopedonali interni e di collegamento (area C).

AREA A

Trattasi della zona centrale del Parco (superficie circa 5600 mq) e quella che meglio concretizza le finalità della progettazione. Una serie di percorsi ciclopedonali in terra battuta di larghezza circa    mt 2,00 protetti da muretti a secco racchiudono un ampio prato alberato contenente i due spazi principali, la Piazza del Mare a Nord con caratteristiche adatte al raccoglimento personale e al relax e la Piazza dell'Anfiteatro concepita come spazio multifunzionale di socializzazione e attività aggregative.

Queste due piazze sono unite da un percorso pavimentato centrale, asse portante di tutta l'area, che prosegue sinuoso e in leggera salita (percorso rampa) in direzione Nord fino a collegarsi con la cala attraverso l'apertura di un varco sottostante il ponte.

La preparazione preliminare dell'area prevede il diradamento in tutta l'area della vegetazione spontanea esistente in contrasto con il progetto. Inoltre è prevista la creazione di terrapieni necessari alla realizzazione dei percorsi ciclopedonali, con adeguata pendenza.
L'impianto a verde è sostanzialmente a raso e ha lo scopo di dare visibilità allintero parco, e di porre in risalto l'organizzazione arborea degli spazi, in modo da fare emergere le strutture delle Piazze e il disegno dei percorsi presenti nell'area.

PIAZZETTA DEL MARE

Costituita da vialetti concentrici che racchiudono la piazzetta pavimentata con listelli di varie essenze legnose. Da questa piazzetta di circa 50 mq di quota più bassa rispetto al lungomare e con i vialetti che la circondano in leggera discesa, si può accedere alla passeggiata a mare (Corso Cavour) tramite delle scale e un ascensore.
I muretti di contenimento delle aiuole, sono costituiti da elementi in pietra di Trani e supportano, nel lato prospiciente l'interno della piazzetta, le sedute in legno. La piazza è bordata verso Nord da filari di alberi, a portamento espanso. L'accostamento di questi alberi ed il loro disegno dovrà consentire negli anni la formazione di un'unica struttura arborea con elevato sviluppo in altezza tale da garantire una efficace protezione dai venti, essere ben visibile dalla passeggiata a mare, evidenziare l'importanza della Piazzetta del Mare contrapponendosi all'equivalente apertura verso sud costituita dall'intero Parco.

PIAZZA DELL'ANFITEATRO.

E il punto centrale dell'intero progetto e consiste in una piazza quadrangolare in cui convergono diversi percorsi pavimentati o in terra battuta.
L'interno della piazza è caratterizzato da una coppia di colonne in pietra.
Nella parte centrale è inserito un mosaico decorativo e all'intorno sono presenti essenze alberate la cui vegetazione profumata ombreggerà gradevolmente lo spazio che, così organizzato, ben si presta alla sosta e alla socializzazione.
E' prevista lilluminazione con lampade sia puntiformi (incassate nel suolo) che montate su pali, per la fruizione serale dello spazio. L'area è pavimentata con marmi pregiati, i muretti delle sedute in legno sono rivestiti con pietra. (Tutte le sedute in legno sia di questo spazio che delle altre aree del progetto, rettilinee e curvilinee, sono costituite da doghe di legno di conifera trattato a pressione di sezione 4,5×12 cm.)

AREA B

L'area B (di circa 900 mq di superficie) è costituita da una piastra articolata in:

  • un volume ad ovest rappresentato da un edificio polifunzionale (incassato al margine dell'area ed inserito perfettamente nell'ambiente) adibito a servizi di quartiere, la cui copertura ha valenza sia di accesso dalla quota stradale (+ 4,0 m ca.) che di terrazza panoramica sul parco;

  • un ballatoio/ingresso dal piano stradale costituito da scale e rampe di accesso al parco;

  • da un anfiteatro in pietra incassato nel terreno, perimetrato da essenze arboree specifiche per l'isolamento acustico dell'area.


Il verde è costituito dal prato, da siepi di specie autoctone e da piante di varie dimensioni con chioma e fogliame ornamentale e ricca fioritura primaverile che offrono un gradevole impatto visivo e scenografico anche per l'allineamento dei singoli tronchi e per la formazione di un unico piano con i rami principali e le rispettive chiome.

AREA C

Trattasi dell'area (di circa 500 mt di superficie) costituita da una serie di percorsi ciclopedonali che si snodano per tutta l'area del parco attraverso pendenze, specchio d'acqua e lievi risalite, offrendo di volta in volta prospettive inconsuete e suggestive permettendone la godibilità e la piena fruibilità ad ogni categoria di utenza.

AREA GIOCHI

L'intervento in quest'area, tende a non modificare le caratteristiche del parco proponendo i percorsi di collegamento nel modo più leggero possibile e prevede l'inserimento di un' area attrezzata con giochi per bambini e vario arredo.

PERCORSI CICLOPEDONALI

Elemento caratterizzante dell'intero progetto è la presenza dei percorsi ciclopedonali che collegano tra loro le aree A, B, C del progetto, ma mette anche in collegamento il fronte mare con il resto dell'abitato circostante, anche tramite aperture nel perimetro stesso del parco. Le rampe di accesso a detti passaggi sono progettate con pendenza inferiore adeguata.

Progettazione


Capogruppo:  Marco Bellarosa Architetto


Collaborazioni


Collaboratori: Michele Cianciotta
Gruppo di progettazione: Nicola Leone, Vito Signorile
Grafica: Nicola Leone, Marco Bellarosa



Architetto Marco Bellarosa





http://www.vitobarbone.altervista.org
Sito Web realizzato da p.i. Vito Barbone
Torna ai contenuti