Stabilimento balneare - Centro Studi per il Volontariato Torre Pelosa

Vai ai contenuti

Stabilimento balneare

Progetti

Progetto per la costruzione di uno stabilimento balneare, da realizzare nella zona di Torre a Mare (BA), denominata "Piccola Nizza ".


Progetto Stabilimento balneare " Piccola NIZZA ".pdf


RELAZIONE TECNICA

Premessa


L'intervento in oggetto prevede la creazione uno stabilimento balneare per diversamente abili sita in Torre a Mare, frazione della città di Bari. In sintesi le finalità del presente d'intervento consiste nella predisposizione di opere che consentiranno la fruizione della costa marina da parte di persone diversamente abili.

Descrizione dell'area di progetto


L'area di progetto, è posta in prossimità del porto di Torre a Mare, su terreno pseudo-pianeggiante, fino a scoscendere sul mare.

Previsioni di Piano Regolatore Generale


Per l'area in parola, oggetto dell'intervento, il vigente Piano Regolatore Generale, prevede la destinazione "Arenili e coste", per cui la zona di intervento è destinata al mantenimento delle condizioni naturali della spiaggia e al godimento degli specchi d'acqua antistanti, a beneficio delle attività del tempo libero della collettività.

Le attrezzature destinate al tempo libero ed alle attività balneari, a carattere sia stagionale che continuativo, dovranno essere realizzate prevalentemente con strutture provvisorie in materiale leggero.

Nelle spiagge libere è consentita la costruzione, a carattere provvisorio, di punti di servizio (bar, servizi igienici, chioschi e simili) distanziati tra loro di almeno m. 200 ed aventi superficie coperta non eccedente 100 mq.
In tutti i casi l'altezza delle installazioni non può essere superiore a m. 3. Le installazioni suddette devono essere munite di parcheggi delle dimensioni minime di 15 mq. per ogni 10 mq. coperti, opportunamente dissimulati; le eventuali recinzioni devono essere a giorno e non devono eccedere l'altezza di mt. 2,50.

In merito alle norme del piano di bacino "P.A.I.", l'area di intervento rientra nella zona R4, a rischio molto elevato, e AP ad alta probabilità di inondazione, ma l'intervento rispetta i requisiti dell'Allegato 2 del Piano di Bacino, in particolare in riferimento agli art. 8, 9, 10, 11,12, 19, 20 e 21 delle norme tecniche di attuazione sulle aree suddette.

Previsioni di Progetto


L'intervento in oggetto ha come finalità la sistemazione del sito per permettere l'accesso diretto al mare da parte di persone diversamente abili o con ridotta capacità motoria. Pertanto sarà attrezzato per permettere il passaggio agevole fino al mare, per essere dotato dei servizi necessari durante la permanenza della gente sul posto.

Infine una serie di percorsi in passerelle di legno permetteranno uno spostamento agevole della gente fino al mare in due punti distinti, di cui uno è una spiaggia vera e propria, e l'altro punto porta direttamente ad un pontile in mare, con l'opportuna pendenza, per permettere il trasporto dei disabili in carrozzella su eventuali imbarcazioni, oltre che direttamente in acqua.

Si precisa che gli interventi previsti dal presente progetto non pregiudicano le condizioni di instabilità e non compromettono la possibilità di realizzare eventuali interventi di consolidamento dell'area interessata.

Entrando nello specifico, si prevedono i seguenti interventi:

SISTEMAZIONE DELL'AREA


L'area destinata a parcheggio, nella parte in cui è previsto l'ingresso, necessita di una scarifica generale, e dopo una opportuna cilindratura, si provvedere alla delimitazione degli spazi.
Si sistemerà una aiuola circolare, come da grafico in allegato, in cui sarà evidenziato il muro a secco perimetrale, e piantonate delle siepi autoctone.
Si passa quindi alla realizzazione della piattaforma sede di alloggio delle cabine, fornita di opportuno alloggio delle canalizzazioni necessarie.
Si provvedere quindi alla posa in opera delle cabine dotate dei servizi igienici, di tipo removibile, e delle cabine per il ricambio dei finitori della spiaggia.

Tali cabine prefabbricate saranno realizzate con pannelli sandwich spessore 50 mm aventi i lati in lamiera preverniciata con al centro una schiumata poliuretanica autoestinguente; montate su basamento già esistente.

Quindi si doterà la struttura di tutte le attrezzature necessarie alla sistemazione dello stabilimento, quali di ombrelloni e cestini portarifiuti, ecc.
Infine si provvederà alla realizzazione di passerelle e andatoie in legno per permettere l'accesso al mare da parte della gente in carrozzina, secondo gli andamenti definiti in progetto.

Nella parte più a monte della zona di intervento, si prevede un piccolo attracco per le barche, per permettere alla gente su carrozzine di poter imbarcarsi agevolmente.

Aspetti tecnici


Tutte le opere previste nel presente progetto saranno realizzate con buona tecnica di esecuzione ed ottimi materiali esistenti sul mercato.
Saranno adottati tutti gli accorgimenti per il rispetto delle vigenti norme in materia di superamento delle barriere architettoniche, di cui alla legge 09 gennaio 1989, n 13 " Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche", secondo il progetto che sarà predisposto prima dell'inizio dei lavori.


Bari settembre 2005



Progettista

Arch. Pasquale Abriola
iscritto all'ordine degli Architetti della Provincia di Bari, al n. 1565

Ing. Vito Oronzo Mileto
iscritto all'ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari, al n. 6080.





Torna ai contenuti